Perché i polmoni fanno male dopo aver corso?

Perché i polmoni fanno male dopo aver corso?
Perché i polmoni fanno male dopo aver corso?

La corsa ti costringe a respirare più rapidamente e costringe i tuoi polmoni a lavorare di più per ottenere ossigeno attraverso il tuo corpo. Se sei un nuovo corridore, potresti avvertire un bruciore nei polmoni che potrebbe costringerti a smettere di correre e riprendere fiato, ma questo disagio si fermerà in genere entro pochi minuti dopo il tuo riposo. Se avverti dolore o bruciore dopo ogni corsa, potresti respirare in modo scorretto, o potresti avere asma indotto dall'esercizio o una condizione medica sottostante che richiede cure mediche immediate.

Video del giorno

Causa

Il respiro attraverso la bocca può causare dolore o bruciore ai polmoni dopo la corsa perché il cervello pensa che l'anidride carbonica si stia perdendo in eccesso, quindi il corpo produce cellule caliciformi per produrre muco, che rallenta la respirazione e costringe i vasi sanguigni. Questa vasocostrizione e l'eccesso di muco possono far riprendere fiato dopo una corsa più difficile, con il risultato di una dolorosa sensazione di bruciore. Il fenomeno è generalmente temporaneo e va via man mano che guadagni più esperienza con la corsa. L'asma indotto da esercizio fisico, d'altra parte, è una condizione cronica causata da infiammazione e restringimento delle vie aeree.

Identificazione

Se si ha dolore polmonare dopo la corsa e mancanza di respiro, il corpo inizierà naturalmente a lavorare contro di voi e inizierà a mandare aria attraverso la bocca, ma questo può causare un'infiammazione temporanea dei polmoni . È facile identificare se stai respirando naso o bocca. Respirare attraverso il naso è più difficile e richiede pratica, ma rallenterà il ritmo della respirazione, rendendo l'aria che si inspira lavorare in modo più efficiente nei polmoni poiché i polmoni avranno più tempo per ricevere ossigeno. Se hai l'asma indotto dall'esercizio, potresti anche sperimentare tosse, respiro sibilante, oppressione toracica, stanchezza o incapacità di stare al passo con gli altri mentre corri.

Diagnosi

Se avverti dolore dopo la corsa, fissa un appuntamento con il tuo medico per essere certo della causa del tuo dolore polmonare dopo l'allenamento. Sebbene una lieve sensazione di bruciore nei polmoni dopo la corsa sia comune, non dovresti mai assumere che il dolore ai polmoni che stai vivendo sia normale. Un medico eseguirà un esame fisico per escludere un'infezione respiratoria o essere fuori forma come causa. Il medico ti farà una serie di domande riguardanti il ​​tuo dolore polmonare dopo la corsa, come la tua storia con dolore polmonare, il clima in cui stai correndo, la rapidità con cui il dolore scompare una volta riposato e quali altri sintomi si verificano. Il medico potrebbe averti eseguito su un tapis roulant e poi testato la funzione polmonare prima e dopo la corsa per aiutare con una diagnosi.

Trattamento e prevenzione

Se avverti solo bruciore nei polmoni quando ci sono alcuni trigger, evita questi trigger.Alcuni allergeni o attivatori di asma indotti dall'esercizio fisico includono aria fredda e secca, inquinamento, sostanze chimiche e polline. Respirare attraverso il naso può ridurre al minimo gli effetti di questi trigger perché le narici funzionano per filtrare, riscaldare, idratare e deumidificare l'aria che entra nei polmoni. Il medico può prescrivere un broncodilatatore sotto forma di un inalatore o pillole se l'asma indotta dall'esercizio fisico è la diagnosi. Albuterol è un farmaco comune broncodilatatore prescritto per aprire le vie respiratorie e aiutare con i sintomi. Se hai un inalatore, assicurati di portarlo con te durante la corsa. Non lasciare l'inalatore nell'automobile o nell'armadietto della palestra. Se è presente una condizione di fondo più grave, come ad esempio la pleurite o l'edema polmonare, non riprendere la corsa fino a quando queste condizioni non saranno state trattate e il medico le darà il permesso di ricominciare a correre.