In che modo il fegato controlla il glucosio nel sangue?

In che modo il fegato controlla il glucosio nel sangue?
Come fa il fegato a controllare il glucosio nel sangue?

Il tuo corpo ha bisogno di rifornimento costante di glucosio, o zucchero, perché le cellule abbiano energia, quindi richiede un serbatoio facilmente disponibile per mantenere l'equilibrio glicemico. Uno dei ruoli principali del fegato nel corpo è il controllo della quantità di glucosio che circola nel sangue. Conservando il glucosio in eccesso come glicogeno e creando nuovo glucosio da proteine ​​e sottoprodotti di grasso, il fegato è in grado di mantenere livelli di glucosio equilibrati nel corpo in ogni momento.

Video del giorno

Formazione di glicogeno

Quando si assumono carboidrati, il corpo rilascia immediatamente il glucosio nel sangue, attivando la produzione di insulina. Il corpo non può essere in uno stato di consumo costante, quindi quando i livelli di insulina sono abbastanza alti, il corpo collega le lunghe catene di glucosio insieme in un composto chiamato glicogeno, che viene quindi immagazzinato nel fegato e nei muscoli. Il fegato utilizza questa energia gassosa immagazzinata come serbatoio principale per rilasciare il glucosio nel flusso sanguigno quando i livelli diminuiscono.

Scomposizione del glicogeno

I livelli di glucosio ematico diminuiscono quando non si sta mangiando, ad esempio durante il sonno o tra un pasto e l'altro. Questo basso livello di zucchero nel sangue segnala al fegato di produrre glucosio e rilasciarlo nuovamente nel flusso sanguigno. Il fegato favorisce il glicogeno come fonte primaria poiché è efficacemente scomposto in glucosio in un processo noto come glicogenolisi. In questo processo, il fegato rompe i legami che tengono insieme le molecole di glucosio come glicogeno, degradando la maggior parte ma non tutta la molecola di glicogeno.

Effetti dell'insulino-resistenza

Quando il tuo corpo è cronicamente sottoposto a livelli elevati di zucchero nel sangue e insulina, come dopo aver mangiato una quantità eccessiva di cibi ricchi di zuccheri, sviluppa un resistenza all'ormone, e il fegato non può rispondere correttamente, portando infine al diabete di tipo 2 se la resistenza non è controllata. Secondo uno studio pubblicato nel luglio 2005 su "Diabete clinico", le persone con insulino-resistenza dimostrano più anormalità nei test di funzionalità epatica. Quando l'insulina non può correttamente segnalare al fegato, il fegato produce più acidi grassi liberi, cambiando la composizione dell'organo e potenzialmente portando a ulteriori complicazioni di salute.

Funzione epatica in condizioni di basso glicogeno

Quando i livelli di glicogeno nel fegato sono molto bassi, come quando si è a digiuno o con una dieta a basso contenuto di carboidrati, il fegato utilizza fonti alternative per produrre e rilasciare più glucosio in il flusso sanguigno. Attraverso un processo chiamato gluconeogenesi, il fegato può creare glucosio dagli amminoacidi, i blocchi costitutivi dei sottoprodotti di proteine ​​e grassi. Bassi livelli di glicogeno innescano anche un processo chiamato chetogenesi, in cui il fegato utilizza i grassi per creare chetoni.I chetoni possono quindi essere bruciati come combustibile per muscoli e organi.